Cloud Mail FAQ

Le domande più frequenti sul nostro servizio
Come posso far inserire la firma automaticamente in fondo ai miei messaggi?
  • Posizionarsi in menù Preferenze – Firme
  • Nella casella di testo Nome, digitare un nome descrittivo per identificare la firma.
  • Nella casella di testo immettere il testo della firma come si desidera che appaia.
  • Nella sezione Uso delle firme impostare le opzioni di utilizzo della firma appena creata.
  • Fare clic su Salva.
Come posso decidere autonomamente dove salvare i file allegati alle mail?
  • I file allegati alle mail vengono di norma salvati nella cartella “Download”.
  • Qualora desideriate che ogni volta in cui scaricate un file allegato ad un messaggio, vi venga chiesta la cartella di destinazione, è possibile configurare Chrome.
  • Aprire Chrome
  • Voce “Impostazioni”
  • Cliccare sul link in fondo alla pagina “Mostra impostazioni avanzate…”
  • Scendere fino alla sezione “Download”
  • Inserire il flag nella voce “Chiedi dove salvare il file prima di scaricarlo”
  • Chiudere la scheda “Impostazioni”
  • L’operazione non va più ripetuta per il medesimo utente nel medesimo pc.
Quando clicco su "Scarica tutti gli allegati" viene scaricato un solo file .zip, cos'è? Esistono diverse modalità per fare il download degli allegati?
  • Ai messaggi di posta possono essere allegati dei file.
  • A fianco di ogni allegato (a destra) vi è la scritta “Scarica”, cliccandoci sopra verrà scaricato il singolo allegato.
  • Sotto tutti gli allegati (quando sono in numero superiore ad uno), compare la scritta “Scarica tutti gli allegati”.
  • Cliccandoci sopra, verrà scaricato un file zip contenente tutti gli allegati al messaggio.
Come si salva una mail?

Il sistema di posta ha come funzione primaria quella di dare agli utenti la possibilità di scambiare messaggi, gestire agende e contatti, ma non va considerato un sistema di archiviazione.
Le mail che si vogliono conservare, possono essere salvate, producendo una stampa pdf, nella quale compare anche l’elenco dei file allegati e provvedendo al salvataggio del file pdf e degli allegati alla mail in cartelle del proprio pc.
Questa modalità di conservazione, consente anche di organizzare i file nel modo più funzionale alla propria organizzazione del lavoro.

Come si imposta il fuori sede?
  • Menù “Preferenze”
  • Selezionare la voce “Fuori ufficio”
  • Selezionare l’opzione “Invia risposta automatica”
  • Nella casella di testo “Messaggio di risposta automatica” digitare la risposta da inviare quando si è fuori ufficio.
  • Se si desidera che il messaggio sia abilitato per un determinato periodo di tempo, selezionare Invia risposte automatiche durante il seguente periodo di tempo e immettere le date di inizio e difine periodo. Se non si specifica un determinato periodo di tempo, la risposta automatica viene inviate fino a quando non si seleziona Non inviare risposte automatiche.
Come si cambia o rinnova la password? Scade?

La password da utilizzare quando si accede alla propria casella di posta su Zimbra, coincide con la password per l’accesso alla rete aziendale.
Per motivi di sicurezza non sarà possibile cambiare la password dal sistema di posta, quindi attualmente per farlo ci si dovrà collegare ad un computer in rete aziendale, e modificare la password di rete, ciò determinerà la contestuale modifica della password della posta.
Nel caso dobbiate assentarvi per ferie o altro, è consigliabile cambiare la password preventivamente per evitare che scada durante il periodo di assenza.
In ogni caso è sempre possibile contattare il nostro HelpDesk (0542-604055) per richiedere un reset della password e poter quindi accedere alla propria posta, anche se la password è scaduta e non si ha la possibilità di accedere alla rete aziendale per rinnovarla.

Come impostare i filtri?

All’interno della webmail, per accedere alla creazione dei filtri, clicchiamo su “Preferenze” e successivamente selezioniamo “Filtri” dal menu laterale di sx. Una volta arrivati nella sezione dedicata, cliccchiamo su “Crea Filtro”.

Ogni filtro è costituito da una regola che può avere una o più condizioni, anche differenti: ad esempio, se siamo soliti ricevere delle mail da un collega che utilizza due differenti indirizzi mail per scriverci, c’è la possibilità di creare un filtro che al suo interno possiede due condizioni, una per ogni indirizzo mail del collega.

Esportare contatti ed agenda dal client

Nello stesso pannello dell’esportazione della posta elettronica, è possibile premere il pulsante di scelta multipla (Multiple Choice) e selezionare “Tipo: Contatti”, poi selezionare attraverso il menu a tendina verso quale software si vuole esportare la rubrica. Selezionare quali contatti si vogliono esportare dal menu a tendina “Fonte” ed alla fine premere “Esporta”.

 

Per l’esposizione del calendario “Agenda”, nella solita videata, premere il pulsante di scelta multipla (Multiple Choice) e selezionare “Agenda”. Attraverso il menu a tendina selezionare il calendario da esportare, e premere “Esporta”. Verrà generato un file .ics (iCalendar), questo file potrà essere importato nei comuni software di posta elettronica.

Verrà generato un file .csv (Comma-separated values), questo file potrà essere importato nei comuni software di posta elettronica.

 

In Outlook 365 OWA (Outlook Web Access; web mail) è possibile importare i file dei contatti .csv (rubrica) e del calendario .ics (agenda).

Per importare i file bisogna accedere alla sezione impostazioni (opzioni) della “Posta”, e successivamente premere nel menu a tendina la voce “Persone” e “Importa i contatti”.

 

Per quanto riguarda l’importazione del calendario (file .ics) occorre posizionarsi sul tab “Calendario”, poi sulla voce “Aggiungi calendario” (menu a tendina) e selezionare “Da un file”

 

Esportare le e-mail dal client

Accedere alla pagina della posta elettronica

Nel menù orizzontale premere la voce “Preferenze”.

Nel menù verticale premere la penultima voce “Importa/Esporta”

Nella successiva interfaccia, nella sezione “Esporta”, premere la voce “Impostazioni avanzate”, abilitando il checkmark (segno di spunta).

Scegliere quali cartelle delle applicazioni esportare, premendo sulle voci indicate: “Email, Contatti, Agenda, Impegni, Valigetta”, attivando il checkmark (segno di spunta).

È possibile indicare una fascia temporanea (inizio e fine) di e-mail da esportare.

Alla fine, premere il pulsante “Esporta” presente in basso a destra.

Verrà generato un singolo file compresso (.tgz) apribile con i software di compressione. All’interno di questo file si troveranno diverse cartelle contenenti le singole e-mail (con estensione .eml).

 

Dopo aver estratto le e-mail (.eml) che interessano, è possibile visualizzare queste tramite i comuni software di posta elettronica e dove previsto importarle nella propria casella di posta.

Non è possibile importare e-mail di tipo .eml, direttamente in OWA (web mail di Office 365).