Smart Agricolture e Precision Farming

Progetto CoW-Tech

Smart Agricolture e Precision Farming – Un framework per le Aziende Agricole, che vogliono produrre di più con meno – Il Progetto CoW-Tech

 

Back-Ground

 

L’aumento considerevole della popolazione mondiale prevista entro il 2030, ha spinto nell’ambito del progetto delle Nazioni Unite sulla riduzione (e azzeramento) della fame nel mondo (Global Goal #2) a utilizzare la tecnologia per l’ottimizzazione delle tecniche di coltivazione e di allevamento.

 

Quando all’agricoltura si applicano nuove tecnologie come GPS, Droni, Sensori e Analytics si parla di Agricoltura di Precisione.

 

Questa tecnologia può essere utile per far produrre più cibo con meno risorse (Producing More with less) ottenendo un complessivo soddisfacimento per una migliore sostenibilità (Protezione e uso efficiente delle risorse e dell’ambiente), una migliore produttività e consequenziali migliori ritorni economici.

 

Ad esempio nel caso dei Bovini da latte, tema sviluppato da T.net Italia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettronica e di Agraria dell’Università di Catania, diversi studi condotti su bovini da latte in allevamento intensivo hanno evidenziato come lo stato di stress determini negli animali comportamenti inconsueti, un declino della loro fertilità e un peggioramento della qualità e della quantità del latte prodotto. La limitata libertà di movimento, la paura, la sofferenza, gli sbalzi climatici, eventuali malfunzionamenti degli impianti, l’elevata densità di allevamento, l’errata gestone della lettiera, le malattie e gli errori alimentari, rappresentano i principali fattori di stress che possono determinare uno stato di malessere e sofferenza negli animali e quindi una diminuzione della produzione del latte.

 

Anche non identificare per tempo le doglie dell’animale gravido o lo stato del calore, può comportare diseconomie e perdite economiche.

 

Il Progetto CowTech, mettendo a fattor comune l’infrastruttura di rete LPWAN su tecnologia LORA, ha consentito di monitorare un’ampia porzione di territorio, in tempo reale e con alti risultati attesi. Inoltre, i sensori che saranno posizionati sugli animali consentiranno un monitoraggio in tempo reale dello stato di salute degli allevamenti.

 

L’utilizzo della tecnologia LoRA con l’ampia copertura garantita permette l’applicazione della tecnologia sviluppata per il prototipo non soltanto alle mucche da latte, ma anche per gli allevamenti destinati alla produzione della carne in cui gli animali pascolano su territori molto ampi ed in contesti non necessariamente italiane, ma anche Europei e Internazionali (Usa, Argentina, Australia, Giappone, etc.).

 

CowTech, pertanto è un prototipo di sistema automatico basato su un’infrastruttura di rete wireless e su sensori indossabili che consenta il monitoraggio del comportamento di bovine da latte, finalizzato al miglioramento del benessere e delle prestazioni produttive e riproduttive. Le motivazioni che risiedono in tale obiettivo possono comportare un miglioramento della redditività per capo tra i 1.000 ed i 5.000 Euro.

 

Come può aiutare la tecnologia IOT:
– Monitoraggio dell’estero degli animali
– Monitoraggio delle doglie e di tutte le fasi che precedono e susseguono i parti
– Monitoraggio dello stato di salute dell’animale in tempo reale ed in modo proattivo.

 

 

 
cisco
netapp
huawei
vmware
veeam
fortinet
hp
fujitsu
dell
microsoft